Parametri screening

La funzione di screening, che trovate nel menù principale, vi permette di esplorare il mercato secondo i criteri che più vi interessano, di volta in volta, alla scoperta di titoli che presentino determinate caratteristiche.
Ecco qui di seguito la spiegazione dettagliata di tutti i filtri che è possibile impostare durante la ricerca.

Volume

Volume medio = media mobile semplice a 50 giorni del volume
Volume normalizzato = ultimo volume di scambi diviso per il volume medio a 50 giorni.

Esempio:
2x Vol Medio significa che l'ultimo volume di scambi era due volte maggiore il volume di scambi medio.

Doppi minimi

I doppi minimi sono formazioni ai minimi utilizzate per l'analisi tecnica. Esse consistono di una coppia di minimi separati da un picco intermedio che crea una caratteristica conformazione a W. I nostri criteri di selezione richiedono che il primo minimo si trovi al di fuori della banda inferiore e che il secondo minimo rientri all'interno della banda. Applichiamo inoltre ulteriori filtri per eliminare tutte quelle formazioni che non rappresentano candidati ideali. E' importante considerare che tali formazioni selezionate richiedono di essere confermate affincé possa essere attivata un'azione di qualsiasi tipo.

%b (B percentuale)

%b >= 100: chiusura al di sopra della Banda di Bollinger superiore.

%b <= 0: chiusura al di sotto della Banda di Bollinger inferiore.

Rientro nelle bande(100): chiusura al di fuori della banda superiore ieri, chiusura all'interno della banda oggi.

Rientro nelle bande(0): chiusura al di fuori della banda inferiore ieri, chiusura all'interno della banda oggi

Bandwidth

Bandwidth rileva l'ampiezza delle Bande di Bollinger. Tale indicatore si ricava dividendo la differenza fra la Banda di Bollinger superiore e la Banda di Bollinger inferiore per Banda di Bollinger mediana.

Una Squeeze si produce quando il bandwidth di un titolo si restringe al livello più compresso (percentualmente più basso) degli ultimi 6 mesi. Un Bulge si produce quando il bandwidth di un titolo si allarga al livello più ampio (percentualmente più alto) degli ultimi 6 mesi.

Bandwidth del 5% e del 10% sono esempi di bandwidth serrate, ma non costituiscono necessariamente delle compressioni (Squeeze).

Bollinger Envelope Squeeze

Le Bollinger Envelopes sono una variante delle Bande di Bollinger focalizzate sui punti estremi della price action. Mentre le Bande di Bollinger sono centrate rispetto a una media mobile, generalmente una media dei prezzi di chiusura, le Bollinger Envelopes sono ancorate dagli estremi, ovvero i livelli massimi e minimi.

La Bollinger Envelope superiore deriva da una media mobile dei massimi e dalla deviazione standard dei massimi; la Bollinger Envelope inferiore deriva da una media mobile dei minimi e dalla deviazione standard dei minimi. Le formule di calcolo sono le seguenti:

BEsuperiore = media(massimo, 20) + 1.5 √óDeviazioneStandard(massimo, 20)

BEinferiore = media(minimo 20) - 1.5 √óDeviazioneStandard(minimo, 20)

Dal momento che la formula di calcolo non implica una banda centrale dobbiamo assumerne implicitamente una calcolando il valore medio delle envelope superiore e inferiore.

BEmediana = (BEsuperiore + BEinferiore) / 2

Le Envelope si rivelano particolarmente utili nei periodi in cui i mercati sono soggetti a fluttuazioni estreme, ma possono essere un importante ausilio anche nei mercati in cui le sessioni di trading non sono ben definite. Esse vengono inoltre utilizzate nel sistema di trading Ice Breaker.

Segnali

Un segnale PowerShift positivo si verifica quando un titolo è entrato in un stato di estremo ipervenduto e si rafforza sufficientemente da poter rompere il trend ribassista. I segnali PowerShift positivi sono contrassegnati da un cuneo rivolto verso l'alto, di colore verde, riportato al di sotto del giorno in cui si sono verificati.

Un segnale PowerShift negativo è esattamente il contrario di un PowerShift positivo con una piccola variazione logica; esso è contrassegnato da un cuneo rivolto verso il basso, di colore rosso, riportato al di sopra del giorno in cui si è verificato.

Un Pivot negativo si verifica quando un titolo fortemente ipervenduto si rafforza e poi arresta il suo movimento. Un punto pivot di vendita è contrassegnato da un segno - di colore rosso riportato sopra il giorno in cui si è verificato.

Un Pivot positivo è al contrario di un Pivot negativo, anche in questo caso con un lieve cambiamento della logica, ed è contrassegnato da un segno + di colore verde riportato sotto il giorno in cui si è verificato.

Vi è una differenza nella logica di fondo fra segnali positivi e segnali negativi basata sul principio che, in via generale, i movimenti discendenti procedono a una velocità maggiore rispetto ai movimenti ascendenti (come dice il detto: in discesa tutti i santi aiutano!)

Generalmente, ma non necessariamente, i Pivot si verificano dopo i PowerShifts. I Pivot accompagnano concettualmente i PowerShifts e dovrebbero segnalare massimi di reazione a minimi importanti e viceversa. Qui di seguito è riportato un grafico idealizzato.

Sui grafici giornalieri è possibile compaia un PowerShift o un Pivot sul giorno corrente, ma il segnale non sar√†onfermato sino alla chiusura.

I segnali settimanali vengono calcolati a fine settimana. Ogni segnale settimanale che compare durante la settimana corrente non è ancora un PowerShift o un Pivot confermato.

Medie mobili

Confrontano l'ultima quotazione di chiusura di un titolo con medie mobili semplici da 10, 20, 50, 200 giorni.

Superiore: il prezzo di chiusura è superiore alla media mobile.

Inferiore: il prezzo di chiusura è inferiore alla media mobile.

DFA (Deviazione dalla Media): una data percentuale del prezzo in relazione alla media mobile

Esempi di DFA:
0 = prezzo equivalente alla media mobile
10 = il prezzo è del 10% superiore alla media mobile
-10 = il prezzo è del 10% inferiore alla media mobile

Money Flow Index (MFI)

Il Money Flow Index (MFI) è una variante del RSI di Welles Wilder ponderata per i volumi. Utilizziamo un oscillatore a 10 giorni.

L'MFI è il nostro strumento di elezione per rilevare conferme o mancate conferme dei tag delle Bande di Bollinger.

Il livello di ipercomprato corrisponde normalmente a 80 mentre il livello di ipervenduto corrisponde normalmente a 20.

Indice di forza relativa (RSI) su 9 giorni

Indice di forza relativa su 9 giorni di Welles Wilder. Stato di ipercomprato al di sopra di 70 e stato di ipervenduto al di sotto di 30.

Accumulazione Distribuzione

Questo indicatore volumetrico, ideato da Larry William, mette in relazione i prezzi di apertura e chiusura rispetto al range giornaliero. Viene utilizzato un oscillatore a 20 giorni.

Intraday Intensity

Questo indicatore deriva dall'indicatore volumetrico di David Bostian basato sulla relazione del prezzo di chiusura con il range giornaliero. Viene utilizzato un oscillatore a 21 giorni.

Verificare la conferma/mancata conferma con b percentuale (%b).

MACD ponderata per i volumi

Si tratta di una versione ponderata per i volumi del MACD di Gerald Appel che prevede l'utilizzo di 12 e 26 giorni per calcolare l'indicatore e di 9 giorni per la linea di segnale.

Vengono emessi segnali quando l'indicatore interseca la propria linea di segnale.

Prestare particolare attenzione a segnali di vendita provenienti da sopra lo 0 e a segnali di acquisto provenienti da sotto lo 0.

Momentum

Il tasso di variazione del prezzo di chiusura su 12 giorni. L'indicatore di momentum è utile per confermare variazioni nel trend.

E' possibile impostare l'indicatore affinché i segnali un momentum positivo e negativo come pure dell'incremento o decremento del momentum sulla base di un giorno o di cinque giorni.